Recensione La stanza da disegno di Deborah Begali

“Forze oscure tramano all’ombra della mia anima. Non è facile contrastarle, loro potrebbero prendere il sopravvento.” 
“Dunque, temete che il male possa impossessarsi di voi?”

5C1A9584-30DF-4120-A042-5D41F8AED300
“La stanza da disegno” di Deborah Begali è un dramma ambientato nella Londra vittoriana auto pubblicato su Amazon dall’autrice che ringrazio per la fiducia accordatami! 
La prima cosa da sapere su questo libro è che non si tratta di un Historical Romance, ma di un romanzo drammatico e autoconclusivo che affronta molte tematiche importanti e delicate, come la condizione della donna nell’epoca vittoriana.
La storia narra le vicende della giovane irlandese Sadie Grace Lawrence che a causa di un evento drammatico è stata allontanata dalla nobile dimora dove lavorava come istitutrice per fare la cameriera in una ricca casa di Londra. 
Le sue vicende si intrecciano con quelle del suo giovane padrone Nathaniel Claymore che nasconde altrettanti scheletri nell’armadio e che trascorre le serate tra bordelli e fumerie d’oppio insieme al suo gruppo di amici che si fanno chiamare “Beaux Boys”. 
In casa Claymore esiste una stanza il cui accesso è vietato a tutti: è la stanza da disegno di Nathaniel che custodisce i ritratti di una misteriosa donna del passato alla quale Sadie sembra somigliate incredibilmente… 

Continua a leggere “Recensione La stanza da disegno di Deborah Begali”

Recensione I sette peccati e le sette virtù capitali di Giorgio Scerbanenco – La Nave di Teseo

Era quello che lei voleva. Ti trascinerò nella polvere, gli aveva detto quel giorno, quando gli aveva buttato in faccia l’aranciata che stava bevendo, ti trascinerò nella polvere, e lui non aveva compreso e aveva riso, perché aveva trovato un’altra occasione di moglie ricca. 

8A7979FD-7D8C-428D-8978-75FAC35BA397
“I sette peccati e le sette virtù capitali” è una raccolta di racconti Noir di Giorgio Scerbanenco pubblicata da La Nave di Teseo che ringrazio per la fiducia accordatami.
I sette racconti legati ai peccati capitali sono apparsi per la prima volta nel 1967 sulla rivista femminile  “Novella” e hanno avuto un tale successo che l’anno dopo Scerbanenco ha dedicato un racconto anche a ciascuna delle sette virtù.
Con un’acuta analisi psicologica Scerbanenco racconta l’Italia del dopoguerra e in particolare la decadenza economica e morale dell’aristocrazia milanese.
La società italiana dell’epoca viene passata sotto la lente d’ingrandimento non del detective, ma del sociologo e i vizi e le virtù esaminati sono così legati che non si capisce bene dove finisca l’inferno e inizi il paradiso e viceversa!
I personaggi di Scerbanenco sono fatti di luce ed ombra e lo scrittore ce li ritrae con un tale realismo  fotografico che sembra quasi di conoscerli davvero.
Pur avendo apprezzato il libro nella sua interezza, i racconti dei peccati capitali sono quelli che mi hanno intrigato di più. Mi sono rimasti particolarmente impressi i racconti dedicati alla lussuria, all’ira, all’invidia e alla gola!

Perché’ non pensi a un vestito per te, o alle scarpe, invece che alla chitarra per tuo fratello?

Continua a leggere “Recensione I sette peccati e le sette virtù capitali di Giorgio Scerbanenco – La Nave di Teseo”

Recensione Enola Holmes e il caso della Dama sinistra di Nancy Springer – DeA Planeta Libri

Forse sono un po’ ossessionata, animata da una continua volontà di perlustrazione, avventura, esplorazione, ricerca e scoperta. Scoperta e ritrovamento di cose, di persone…

9F17DE9B-400E-44DE-A030-27605A45098D
“Enola Holmes e il caso della Dama sinistra” di Nancy Springer è il secondo libro della serie dedicata ad Enola Holmes pubblicato in Italia da DeA Planeta Libri che ringrazio per la copia omaggio. 
Si tratta ovviamente di uno splendido apocrifo, perché nel canone Sherlock Holmes ha solo un fratello di nome Mycroft. 
Ho scelto di leggere questo libro per la tappa di marzo de “Il club dei delitti”, in collaborazione con Federica Politi, il cui tema era “Una detective donna”. 
Enola Holmes è una “perditoriana” cioè una detective specializzata nel ritrovamento delle persone scomparse e opera sotto mentite spoglie con il falso nome di Ivy Mashle. Il cognome Mashle è un gioco di parole: si prenda il nome Holmes, si invertano le sillabe: mes hol e lo si scriva come si pronuncia: Meshle! 
Enola è specializzata nei giochi di parole, anagrammi, crittogrammi, linguaggio cifrato e nel linguaggio segreto dei fiori che utilizza per comunicare con la madre scomparsa nel nulla il giorno del suo quattordicesimo compleanno. 
Eh già! Enola è una detective giovanissima sfuggita dalle grinfie dei suoi fratelli maggiori: Mycroft e Sherlock che vorrebbero rinchiuderla in un collegio per signorine in attesa di combinarle un matrimonio vantaggioso. 
Continua a leggere “Recensione Enola Holmes e il caso della Dama sinistra di Nancy Springer – DeA Planeta Libri”

Recensione Demelza di Winston Graham – Sonzogno Editore

Non possiamo permettere al dolore di altre persone di rovinare la nostra vita. Non possiamo, altrimenti non ci sarà più felicità per nessuno. […]
Dobbiamo godere della felicità finché l’abbiamo, perché non sappiamo quanto durerà.

984EBB62-E9FB-4997-98FC-FCF719078B3A
#2 La saga di Poldark

Sono tornata in Cornovaglia insieme alle mie due “Poldark Girls”, Serena di @sololibrisery e Pasqualina di @pasq.uy, e ci siamo perse tra le pagine di “Demelza”, secondo libro della Saga di Poldark di Winston Graham pubblicata in Italia da Sonzogno Editore.
Questo secondo volume è pieno di colpi di scena e di grandi sconvolgimenti nella vita di Ross e di Demelza.
Il libro è molto focalizzato su di lei che è un personaggio femminile splendido nel suo essere imperfetta!
In queste pagine assistiamo alla trasformazione di Demelza che da ragazzina con la testa piena di pidocchi, si è trasformata in una giovane donna che sa alternare momenti di semplicità a serate importanti come la scena del ballo dove ha tenuto testa alla nobiltà presente con grande fierezza ed eleganza!
Demelza però è sempre Demelza e la sua indole di spiritello libero ogni tanto riemerge spingendola a seguire l’istinto con conseguenze non sempre positive…

Continua a leggere “Recensione Demelza di Winston Graham – Sonzogno Editore”

Recensione Il Canto di Calliope di Natalie Haynes – Sonzogno Editore

Tutti i poeti cantano il coraggio degli eroi e la grandezza delle vostre imprese: è uno dei pochi elementi della vostra storia su cui sono concordi. Ma nessuno canta il coraggio richiesto a quelle di noi che sono state lasciate a casa.

IMG_5862

“Il Canto di Calliope” di Natalie Haynes è un romanzo auto conclusivo pubblicato in Italia da Sonzogno che ringrazio per la copia omaggio, ispirato ai poemi omerici che vengono ri-raccontati attraverso il punto di vista delle donne sia greche che troiane, le quali compaiono solo sullo sfondo delle storie narrate da Omero.
Quello di Natalie Haynes è un romanzo corale dove i punti di vista si alternano e si intessono tra loro come i fili del pregiato arazzo di Clitennestra o come la famosa tela di Penelope.
Le protagoniste di questa storia avvincente sono molte: da un lato le troiane come la regina Ecabe e le figlie Polissena e Cassandra, ma anche Andromaca, la vedova di Ettore, mentre sul versante greco abbiamo Penelope, Elena, Clitennestra, tanto per citare le più famose.
Su tutte e su tutti regnano le divinità dell’Olimpo, volubili e capricciose, che fanno e disfano a loro piacimento, creando non poco scompiglio tra i comuni mortali.
Ispirato principalmente all’Iliade e all’Odissea, in realtà l’autrice per ricostruire adeguatamente i punti di vista femminili si è avvalsa anche di altre opere dell’antica Grecia come le bellissime tragedie di Euripide, ma anche l’Orestea di Eschilo, l’Eneide di Virgilio e sul versante latino le Eroidi di Ovidio. In particolare proprio le Eriodi sono state da spunto per scrivere la storia di Penelope sotto forma di lettere al marito Ulisse.

Continua a leggere “Recensione Il Canto di Calliope di Natalie Haynes – Sonzogno Editore”

Recensione Il coraggio della felicità di Loredana Scaiano – Ultra Edizioni

 

Dicono che chi fa un viaggio parta tre volte: la prima quando lo pianifica, la seconda quando lo fa, la terza quando, al ritorno, lo ripensa. Credo che sia vero. 

CB9BF0CF-6C55-4A49-B579-B899F05196DE
Entusiasmante, coinvolgente e interessante: questa è stata la mia esperienza di lettura de “Il coraggio della felicità” di Loredana Scaiano pubblicato da Ultra Edizioni che ringrazio per la copia omaggio. 
Il libro è un diario di viaggio del giro del mondo in solitaria, un anno sabbatico sulle orme di Ida Pfeiffer, scrittrice ed esploratrice austriaca che nel 1846 è partita da Vienna per compiere il giro del mondo da sola: un’impresa incredibile per una donna dell’Ottocento. 
Dopo averlo accuratamente pianificato, anche Loredana Scaiano il 28 febbraio 2017 lascia il suo paesino dell’Italia del sud per ripercorrere l’itinerario di Ida Pfeiffer.
Al riguardo Loredana Scaiano ha creato anche un blog #idaviaggiadasola dove ogni giorno pubblicava un resoconto dei luoghi fantastici che stava visitando! 
Posso solo immaginare l’emozione di passeggiate all’alba di fronte ai Moai dell’Isola di Pasqua o alla meraviglia del mare della Polinesia!! Continua a leggere “Recensione Il coraggio della felicità di Loredana Scaiano – Ultra Edizioni”

Recensione Le figlie del dragone di William Andrews – Neri Pozza

 

Era dolore e terrore e umiliazione e vergogna tutto insieme. Volevo morire. Provai a resistere, ma quando lo feci lui mi rise in faccia. Era un uomo forte. Io ero solo una ragazza. E lui era il colonnello dell’esercito giapponese. 

2392531F-B03B-47D1-A831-509CA93EFD7D
“Le figlie del dragone” di William Andrews è il primo libro della serie “The Dragon”  pubblicato in Italia da Neri Pozza che ringrazio per la copia stampa. 
Il libro narra le vicende di Anna Carlson, un’americana di origine coreana che dopo la morte della madre adottiva, decide di andare in Corea per conoscere le sue origini. 
Qui scopre che sua madre è morta di parto nel darla  alla luce, ma in compenso conosce sua nonna Jae-Hee che in un lungo pomeriggio le racconta la drammatica storia della sua vita e le affida un oggetto prezioso: un pettine a forma di drago con due teste. 
Da giovanissima Jae-Hee è stata costretta insieme a sua sorella Soo-Hee a diventare donne  di conforto ovvero schiave sessuali ad uso e consumo dei soldati giapponesi che avevano occupato la Corea. 
Le prime cento pagine sono state difficilissime da leggere perché l’autore descrivendoci l’esperienza delle sorelle nel campo di prigionia non ci risparmia nulla: lo schifo, il dolore, il trauma, la paura, l’incubo, la crudeltà. 
Sono pagine intrise di sofferenza e sapere che sono ispirate a fatti realmente accaduti mi ha fatto stare molto male. 
Continua a leggere “Recensione Le figlie del dragone di William Andrews – Neri Pozza”

Niente donne perfette, per favore di Jane Austen – L’Orma Editore

Non scrivo per elfi noiosi così privi d’ingegno.

CDAD56F6-46F4-4CFF-9677-8025F442D152
“Niente donne perfette, per favore” è una raccolta di lettere di profonda superficialità di Jane Austen pubblicate da L’Orma Editore nella bellissima collana “I pacchetti” dove la sovracoperta diventa una busta pronta per essere affrancata e spedita! 
Trovo particolarmente preziosa questa raccolta di lettere, le poche che sono sopravvissute e sono giunte  fino a noi, visto che la maggior parte sono state distrutte da sua sorella Cassandra con lo scopo di proteggere la rispettabilità di sua sorella Jane. 
Le lettere pubblicate da L’Orma Editore erano rivolte a Cassandra e alle sue nipoti preferite: Anna e Fanny. 
Anna è la nipote con le aspirazioni letterarie e le lettere che Jane le ha indirizzato sono piene di preziosi consigli letterari su come migliorarsi nella scrittura. 
A Fanny invece ha rivolto consigli in ambito sentimentale suggerendo alla nipote di seguire il proprio cuore. 
Ciò’ che contraddistingue la raccolta epistolare è lo spirito arguto di Jane, la sua visione del mondo così brillante ed intelligente. Ne emerge il ritratto di una donna spiritosa, ma anche pungente. 
Da queste poche righe è evidente anche il suo “amore-odio” per Walter Scott e per il romanzo storico in generale come emerge in una curiosa lettera a James Stainer Clarke, il bibliotecario del Principe Reggente a cui  aveva dedicato il romanzo “Emma”. 
Continua a leggere “Niente donne perfette, per favore di Jane Austen – L’Orma Editore”

Recensione Ognuno accanto alla sua notte di Lia Levi – Edizioni E/O

<<Cosa aspettate ancora per dare l’allarme?>>. Graziano sta cercando con tutte le forze di mantenere il tono pacato che si era ripromesso. Non ci riesce, forse anche perché suo padre non si è degnato di rispondergli.
<<Bisogna avvertire la gente. E’ ora di andarsene>>

IMG_5332

Per la Giornata della Memoria che si celebra il 27 gennaio quest’anno avevo voglia di leggere un libro ambientato nella mia città, Roma, e la mia scelta è ricaduta su “Ognuno accanto alla sua notte” di Lia Levi.
Pubblicato da Edizioni E/O, il libro è ambientato nella zona del Portico d’Ottavia, il cosiddetto Ghetto ebraico, una zona a me particolarmente cara…
Il libro è ambientato nel periodo delle Leggi razziali e il racconto corale di Lia Levi ci ricorda che dietro queste atroci pagine di storia dell’umanità ci sono le persone con le loro storie d’amore come quella di Giulio e di Lucilla sposati senza figli o quella dei fidanzati Colomba e Ferruccio il cui amore è impossibile perché lei è ebrea e lui è figlio di un gerarca fascista, oppure quella di Graziano che all’epoca era un adolescente, un giovane ebreo con idee innovative in conflitto con suo padre così attaccato alle “vecchie” tradizioni ebraiche.
E’ la prima volta che leggo un libro di Lia Levi e sono rimasta completamente conquistata dalla sua capacità di raccontare in maniera così lucida, coinvolgente e commovente. La sua è una narrazione arricchita anche da un’accurata ricostruzione storica.
Continua a leggere “Recensione Ognuno accanto alla sua notte di Lia Levi – Edizioni E/O”

Recensione Holmes & Watson. L’enciclopedia di Guerra e Solito – Rogas Edizioni

Holmes non era un detective privato, come altri colleghi, ma l’unico Consulting Detective, la corte d’appello dei casi disperati: a lui ricorreva non solo la polizia, ma anche gli altri detective quando avevano un problema insolubile.

IMG_5187

Qual’è la differenza tra Sherlockiani e Holmesiani?
E’ vero che la battuta “Elementare, Watson!” non è mai stata pronunciata da Sherlock Holmes?
A queste e a molte altre domande troverete una risposta nel libro che tutti gli amanti di Sherlock Holmes stavano aspettando ovvero “Holmes & Watson. L’enciclopedia” scritto a quattro mani da Stefano Guerra ed Enrico Solito e pubblicato nella bellissima collana “Darcy” da Rogas Edizioni che ringrazio per la copia omaggio.
Ovviamente trattandosi di un’enciclopedia, questo libro piuttosto che letto dall’inizio alla fine, va consultato di volta in volta, mentre si legge un romanzo o un racconto di Sherlock Holmes, ma anche a supporto della lettura di un apocrifo.
Lo stesso Enrico Solito è uno scrittore di numerosi apocrifi dedicati ad Holmes che voglio recuperare al più presto!
La prima particolarità di questa enciclopedia emerge anche dal titolo: essa è dedicata non solo a Sherlock Holmes, ma anche da Watson!

Continua a leggere “Recensione Holmes & Watson. L’enciclopedia di Guerra e Solito – Rogas Edizioni”

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito