Recensione Cordialmente perfido di Maureen Johnson – Harper Collins

Le scuole possono essere famose per molti motivi: docenti, diplomati, squadre sportive.
Non dovrebbero essere famose per gli omicidi.

IMG_3255“Cordialmente perfido” è il primo libro di una serie Mystery che ha come protagonista una giovane detective, Stevie Bell, che sogna di diventare brava come Sherlock Holmes.
Per realizzare il suo sogno manda una candidatura alla Ellingham Academy, una rinomata scuola superiore accessibile solo agli studenti più brillanti nelle materie più disparate.
L’obiettivo di Stevie è quello di risolvere un difficilissimo caso di omicidio risalente agli Anni Trenta e che vide coinvolte la moglie e la figlia di Albert Ellingham, fondatore dell’accademia e Dottie, una studentessa dell’epoca.
La morte improvvisa di un compagno di Stevie e le circostanze del delitto ricordano “Cordialmente perfido”, il misterioso assassino degli Anni Trenta che con sadica ironia aveva inviato un macabro quiz ad Albert Ellingham e che ancora oggi sembra entrare in azione…
La lettura di “Cordialmente perfido” mi ha piacevolmente spiazzato, nel senso che il libro si è rivelato di gran lunga superiore alle mie aspettative!
La storia è originale e inquietante al punto giusto senza eccedere in dettagli morbosi, ma iniettando nel lettore la giusta dose di brivido e di suspense.
La giovane detective, Stevie, è un personaggio ben caratterizzato che ha subito riscosso la mia simpatia! Forse perché ci accomuna la passione per i gialli oltre che per Sherlock Holmes e Agatha Christie! Continue reading “Recensione Cordialmente perfido di Maureen Johnson – Harper Collins”

Annunci

Recensione Dai tuoi occhi solamente di Francesca Diotallevi – Neri Pozza

Questi istanti io li rubo. Li porto via a quelli che, in fondo, non sanno che farsene di quei frammenti di vita destinati a dissolversi nel momento stesso in cui accadono. Custodisco storie che le persone non sanno di vivere.

IMG_3015Come una fotografia, potente, evocativa e struggente, così è stata la vita di Vivian Maier, una delle fotografe più talentuose del XX secolo, rimasta nell’ombra per tantissimi anni insieme a chilometri di pellicola mai sviluppata e venuta alla luce casualmente dopo la sua morte.
Francesca Diotallevi nel suo ultimo libro “Dai tuoi occhi solamente” ha ricostruito sotto forma di romanzo la vita di Vivian Maier avendo a disposizione davvero poche fonti storiche eppure è riuscita a restituirci il ritratto veritiero e commovente di una donna straordinaria.
Un padre inesistente, un fratello mascalzone e un rapporto conflittuale e violento con la madre sono il contesto familiare di Vivian al quale si aggiunge un’infanzia fatta di abusi sessuali e povertà. Continue reading “Recensione Dai tuoi occhi solamente di Francesca Diotallevi – Neri Pozza”

Recensione Assassinio sull’Oriente Express di Agatha Christie

L’impossibile non può essere accaduto; quindi l’impossibile deve essere possibile, nonostante le apparenze.

img_2904Ho scelto di rileggere “Assassinio sull’Orient Express” per la mia rubrica su Instagram “Un tè con Agatha Christie”, che potete seguire con l’hashtag #unteconagathachristie, che consiste nel leggere un libro di zia Agatha al mese.
In realtà in questo caso per me si è trattato di una rilettura, ma sono stata felice di questa scelta, perché rileggere “Assassinio sull’Orient Express” a 12 anni di distanza è stata una conferma.
Mentre leggevo di nuovo quelle pagine ho provato lo stesso interesse per la storia e i suoi personaggi e la stessa “ansia” di scoprire il colpevole.
I romanzi di Aghata Christie sono considerati Gialli “classici” che a differenza dei thriller contemporanei non si dilungano nella descrizione di aspetti macabri e raccapriccianti, ma si sviluppano come rebus da risolvere!

C’è lo spunto per un romanzo, qui. Persone di diverse classi sociali, diverse nazionalità e diversa condizione, che per tre giorni, estranee fra loro, devono stare raggruppate insieme. Mangiare e dormire sotto lo stesso tetto, per così dire, senza potersi allontanare troppo l’una dall’altra. E dopo tre giorni si separeranno, ognuno andrà per la sua strada e non si rivedranno più, probabilmente.

img_2764

Hercule Poirot è uno dei miei detective preferiti di sempre! Amo la sua arguzia, la calma con la quale affronta ogni imprevisto e la sua capacità di osservare ogni cosa! Lo stile narrativo è semplicemente perfetto! Agatha Christie scrive in maniera scorrevole e avvincente. Ha la capacità di incutere al lettore quel brivido lungo la schiena senza rimestare nel macabro.

 

Quando interrogo qualcuno, lo scruto, mi faccio un’idea del suo carattere, e poi do alle mie domande la forma che ritengo opportuna.

E’ sicuramente una grande conoscitrice della natura umana, oltreché di veleni e di armi in generale.
Nella storia c’è la giusta quantità di indizi disseminati qua e là al punto giusto stimolando il lettore a trovare una sua soluzione e il finale è stato geniale!
A questo punto non mi resta che recuperare il remake cinematografico uscito lo scorso inverno!

img_2771

 

Trama: L’Orient-Express, il famoso treno che congiunge Parigi con Istanbul, è costretto ad una sosta forzata, bloccato dalla neve. A bordo qualcuno ne approfitta per compiere un efferato delitto, ma, sfortunatamente per l’assassino, tra i passeggeri c’è anche il famoso investigatore belga Hercule Poirot, al quale verranno affidate le indagini. Poirot, in effetti, risolverà il caso, non prima, però, di essersi imbattuto in una sensazionale sorpresa.

Mary Watson

Recensione La donna del ritratto di Kate Morton – Sperling & Kupfer

Sono spariti tutti molto tempo fa, lasciandomi sola con le mie domande. Nodi impossibili da sciogliere che mi ostino a rigirare tra le dita, enigmi che tutti hanno dimenticato, trame me. Perché, per quanto mi sforzi, io non dimentico niente.

img_2824“La donna del ritratto” è l’ultimo libro di Kate Morton pubblicato in Italia da Sperling & Kupfer che ringrazio per la copia omaggio in cambio di un’onesta opinione sul libro.
Romanzo storico, romanzo gotico, elementi sovrannaturali, leggende locali sulle fate, un’antica residenza infestata dagli spiriti e per giunta una medium: ne “La donna del ritratto” gli ingredienti sono davvero tanti, forse troppi e instillano nel lettore il dubbio che questa volta Kate Morton abbia un tantino esagerato!
Fin ora di Kate Morton avevo letto solo il primo romanzo “Ritorno a Riverton Manor” che mi aveva completamente conquistata per la capacità dell’autrice australiana di creare storie ricche di mistero stuzzicando con grande abilità narrativa la curiosità del lettore spinto a divorare pagina dopo pagina pur di scoprire come si conclude la storia.
Anche questa volta è stata la curiosità a stimolarmi nella lettura di un libro che per le prime 130 pagine mi ha completamente disorientato.
La trama è intricatissima e si svolge attraverso il punto di vista alternato delle due protagoniste, più un sottobosco di personaggi secondari di cui conosciamo ogni dettaglio forse non sempre utile alla storia.

Esistono poche certezze a questo mondo, signor Gilbert, ma posso condividerne una che ho verificato di persona: la verità di una storia dipende sempre dal narratore.

Le due protagoniste sono Elodie e il misterioso spettro della donna del ritratto. La prima è una giovane archivista le cui vicende familiari si intrecciano misteriosamente a quelle de “La donna del ritratto” e alla tenuta vittoriana di Birchwood Manor. Continue reading “Recensione La donna del ritratto di Kate Morton – Sperling & Kupfer”

Recensione IL grillo del focolare di Charles Dickens – Caravaggio Editore

Avere un Grillo del Focolare è la cosa più fortunata del mondo!

img_2662“Il grillo del focolare” di Charles Dickens pur facendo parte dei “Racconto di Natale”, in realtà non è una storia ambientata nel periodo natalizio, ma ha in comune con gli altri racconti il tema della famiglia tanto caro a Dickens.
“Il grillo del focolare” è infatti una fiaba domestica e racchiude in sé molti aspetti dickensiani, primo fra tutti l’amore per le piccole cose e per le gioie del vivere quotidiano.
Solo tenendo ben presente questo aspetto si potrà apprezzare questa storia senza correre il rischio di valutarla frettolosamente come antiquata…
Una modesta rendita, una brava moglie, una prole numerosa e una casa accogliente: queste sono le vere gioie per Dickens e per i protagonisti de”Il grillo del focolare”.
La storia narra le vicende di una novella coppia di sposi, Piccina e Mr John Peerybingle che pur essendo male assortita per la diversità di carattere e per la differenza di età, ha trovato un equilibrio domestico e una certa serenità.
Anche nelle coppie più affiatate la mancanza di dialogo e di fiducia nell’altro può aprire la strada a numerosi equivoci alimentati dall’invidia e delle male lingue. Continue reading “Recensione IL grillo del focolare di Charles Dickens – Caravaggio Editore”

Recensione A Christmas Carol in prosa ossia Una storia di spettri sul Natale di Charles Dickens – Caravaggio Editore

Il fantasma si avvicinava lentamente, gravemente, silenziosamente.
Quando giunse vicino a lui, Scrooge si inginocchiò; poiché nella stessa aria in cui questo Spirito si mosse sembravano diffondersi tristezza e mistero.

IMG_2604Suggestivo, coinvolgente, commovente!
“A Christmas Carol” è il libro perfetto da leggere a Natale per immergersi nelle atmosfere natalizie di una Londra Vittoriana dove le luci sfavillanti e l’allegria si alternano a scene cupe e inquietanti.
E’ il secondo anno di seguito che a Natale mi perdo tra le meravigliose pagine di Dickens e ogni volta rimango stupita della grandiosità di questo autore britannico.
Ad ogni rilettura scopro e assaporo qualcosa di nuovo e inaspettato.
Tra le numerose edizioni disponibili, quest’anno ho scelto quella tradotta da Enrico De Luca e pubblicata da Caravaggio Editore che ringrazio per la copia omaggio in cambio di un’onesta opinione sul libro.
La storia narra le vicende di Scrooge, un usuraio crudele ed egoista il cui comportamento subirà una incredibile trasformazione dopo l’apparizione dello spirito del suo defunto socio in affari Marley che gli preannuncia la visita di tre spettri: lo spirito del Natale passato, del Natale presente e di quello futuro. Continue reading “Recensione A Christmas Carol in prosa ossia Una storia di spettri sul Natale di Charles Dickens – Caravaggio Editore”

Recensione Lo Schiaccianoci di E.T.A. Hoffmann – Rizzoli BUR Deluxe

Ma la cosa più suggestiva di quell’albero delle meraviglie era la miriade di piccole luci che brillavano come stelle tra il verde cupo dei rami e invitavano i piccoli a raccogliere i suoi dolcissimi frutti. Tutto risplendeva di luci e colori.

IMG_2594“Lo Schiaccianoci” di E.T.A. Hoffmann è il libro che ho letto con il gruppo di lettura “Il Filo dei Classici” per i mesi di novembre e dicembre. Io stessa sono tra coloro che lo hanno votato spinta dalla curiosità vista l’uscita al cinema de “Lo Schiaccianoci e i quattro regni”.
Tra le varie edizioni presenti in libreria ho scelto quella della Rizzoli BUR Deluxe con le splendide illustrazioni di Sanna Annukka, un’illustratrice inglese la cui arte trae ispirazione dalla Finlandia, suo paese di origine.
Le illustrazioni del libro sono davvero belle e hanno contribuito molto a sottolineare l’atmosfera magica e natalizia del racconto di Hoffmann, uno dei più importanti esponenti del Romanticismo tedesco.
“Lo Schiaccianoci”, scritto nel 1816, ripreso da Dumas e trasformato in musica da Čajkovskij, è considerata la favola di Natale per eccellenza.
La storia narra le vicende di due fratelli, Fritz e Marie che aspettano con trepidazione l’apertura dei regali di Natale.
Tra i tanti doni ricevuti, la piccola Marie rimane colpita da uno schiaccianoci di legno a forma di soldatino con una mandibola portentosa in grado di schiacciare anche le noci più dure… Continue reading “Recensione Lo Schiaccianoci di E.T.A. Hoffmann – Rizzoli BUR Deluxe”

Recensione Piccoli raggi di Luce di Caroline Kaufman – HarperCollins

queste parole sono
tossine espulse dalle mie vene
e riversate
su carta.
queste parole
sono
veleno in versi.

IMG_2420“Piccoli raggi di luce” di Caroline Kaufman è una raccolta di “poesie per lo spazio, il tempo, l’anima e il cuore” pubblicato in Italia da HarperCollins che ringrazio per la copia omaggio in cambio di un’onesta opinione sul libro.
L’autrice, adolescente, ha postato i suoi pensieri sul suo account di Instagram @poeticpoison e in poco tempo i followers sono diventati migliaia. Evidentemente molti si sono rivisti nelle sue parole taglienti e affilate come la lama di un rasoio.
Caroline Kaufman ha vinto la depressione e nelle sue poesie vengono affrontati temi duri come la malattia mentale, l’autolesionismo, l’amore molesto, la solitudine e la disperazione.
La poesia però sembra essere catartica e in “Piccoli raggi di luce” il lettore assiste ad una metamorfosi: dal buio della depressione alla rinascita resa possibile attraverso l’accettazione di se stessi imparando ad amarsi anche se non si è perfetti. Continue reading “Recensione Piccoli raggi di Luce di Caroline Kaufman – HarperCollins”

Recensione Misteriosa. Le storie di Olga di carta di Elisabetta Gnone – Salani

Sua nonna pensava a lei come a un esserino misterioso, un cucciolo selvatico da addomesticare, una creatura aliena venuta da un altro pianeta, un fiore clandestino che non si sa come coltivare.

IMG_2336“Misteriosa. Le storie di Olga di carta” è il terzo libro della serie di Olga di carta di Elisabetta Gnone pubblicato da Salani che ringrazio per la copia omaggio in cambio di un’onesta opinione sul libro.
E’ sempre bello ritornare nel piccolo paese di Balicò e incontrare di nuovo Olga con i suoi amici. Ad ascoltare le sue storie anche sta volta ci sono tutti! Ritroviamo i suoi migliori amici come Bruco, Mimma e Almaris, ma anche gli adulti: Gibòd il vedovo appassionato di astronomia, la barbiera Tomeo, Mello il pastore, don Siro il parroco e una new entry: Mirina, la piccola e capricciosa amica di Mimma.
Olga Papel è detta “Olga di carta”, perché è esile come un foglietto di carta e ha un dono grandissimo: ha la capacità di raccontare magnifiche storie che lei giura di avere vissuto personalmente.

Olga alzò il viso e guardò il cielo. Allungò una mano, chiuse un occhio, prese la luna tra le dita… e se la mise in tasca.

Questa volta dalla sua fervida immaginazione nasce Misteriosa “la bambina con i vestiti grandi” che attraverso la forza della fantasia riesce a “saltare” dentro i quadri del museo civico. Continue reading “Recensione Misteriosa. Le storie di Olga di carta di Elisabetta Gnone – Salani”

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora